Category Archives: Notizie sociali

SPRESIANO-SAPPADA 2020

13/02/2020-ultime notiziead oggi gli iscritti alla manifestazione sono 47. In via del tutto eccezionale gli organizzatori ci concedono un’opzione valida fino a venerdi 21 febbraio 2020 per 25 iscritti alla gara e 25 posti in pullman per il ritorno. E’ sottinteso che entro la data fissata attendono il modulo di iscrizione con i nominativi, la richiesta di prenotazione per il pullman di ritorno e ovviamente il bonifico a saldo delle quote di iscrizione. E’ sottinteso anche che le iscrizioni eccedenti i 25 posti riservati saranno con la formula “salvo disponibilità”.

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Anche quest’anno, gli amici della A.S.D. Shark cycling team organizzano la corsa cicloturistica Spresiano-Sappada.
Data dell’evento: 13 giugno 2020
Parcheggi auto alla partenza da Spresiano: 1) Piazzetta Alcide De Gasperi 2) Centro sportivo in Via Manzoni.
Ritrovo atleti partecipanti: dalle 6,30 alle 7,30 in Spresiano (TV)-P.zza Luciano Rigo.
Partenza= Ore 7,30- Spresiano-Piazza Luciano Rigo.
Numero max partecipanti=150-età massima 70 anni-necessario certificato medico agonistico.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI  CLICCA QUI 

 

Calderba 2020-I campioni hanno valori irrinunciabili da difendere

Il titolo rappresenta la sintesi bella e importante che mi sono portato a casa dopo una mattinata in bici da corsa per partecipare alla tradizionale cerimonia commemorativa del campionissimo Fausto Coppi a Calderba di Ponte di Piave. E quest’anno si celebrava il 60.mo anniversario della morte avvenuta il 2 gennaio 1960. Un buon numero di società amatoriali si presentano il 5 gennaio scorso, alle 9,00, in Piazza del Grano, a Treviso, luogo designato per la partenza. La San Lazzaro Goppion è presente con quindici ciclisti, sotto l’attenta guida del Presidente Raffaello Longo, che, visto il freddo pungente (temperatura tra zero e +1) si preoccupava di verificare l’adeguatezza dell’abbigliamento dei “suoi ragazzi”. Subito la carovana si mette in movimento, scortata, fino ai confini comunali, dai vigili urbani di Treviso, ai quali va il sincero ringraziamento per la puntuale e preziosa presenza a questa manifestazione. In corsa si percepisce il ruolo di guida che la San Lazzaro Goppion si è conquistata in tanti anni di partecipazione, tanto che, dopo un paio di chilometri dalla partenza, due ciclisti di altra società parlando di noi dicevano: “lascia andare avanti loro a guidare il gruppo…noi stiamo dietro”. E proprio quando le mani e i piedi iniziavano a scaldarsi, arriviamo a destinazione a cerimonia appena iniziata. Il presidente nazionale FCI-cicloturismo Renzo Pizzolato, complimentandosi con i presenti, ha esortato le società amatoriali a onorare con ancora più convinzione queste ricorrenze perché solo ricordando il passato si può pensare ad un futuro migliore. Alla cerimonia erano presenti anche Germano Bisigato presidente dell’associazione ex ciclisti della Marca Trivigiana ed Edy Tempestin, presidente dell’associazione Fausto Coppi di Ponte di Piave. E infine voglio citare il Sindaco di Ponte di Piave Paola Roma, il cui discorso mi ha ispirato il titolo di questo articolo. “Si possono avere differenti visioni della realtà, ma ci sono obiettivi del senso di comunità che devono andare oltre”. Queste le parole del Sindaco rappresentate anche nella targa che il campione del passato Renato Longo ha consegnato alla A.S.D. Fausto Coppi, in memoria del passaggio di borraccia tra Coppi e Bartali durante un Tour De France. Come dire che i due rivali sportivi di sempre, avevano, il rispetto e la lealtà come valori fondamentali del loro essere ciclisti ma soprattutto uomini. E il pianto di Bartali alla notizia della morte di Coppi ne è un’altra testimonianza. Ed ecco perché i campioni hanno valori irrinunciabili che li contraddistinguono nello sport e nella vita. Non il denaro, non le prime pagine dei giornali ma il desiderio di lasciare un segno, un significato, un ricordo indelebile con l’obiettivo comune di trasmettere ai posteri valori morali positivi. Ma se questi valori rendono grandi i campioni dello sport professionistico, possono fare altrettanto anche con semplici praticanti e appassionati. Dirò di più, i valori di rispetto e lealtà nei confronti dei singoli e della squadra, dovrebbero essere il senso più importante, se non l’unico, dello sportivo non agonista e non professionista. Perchè come insegnano Coppi e Bartali, al di la delle vittorie e della celebrità, sono queste le cose che diventano contagiose quando accadono, ma soprattutto vengono tramandate a chi viene dopo. Concludendo, è bello fare sport, è bello competere, è bello avere diversi punti di vista ma poi, alla fine, bisogna avere la capacità di andare oltre…

Capodanno ed Epifania sui pedali

Ricordiamo a tutti i soci e appassionati anche di altre società amatoriali gli appuntamenti del mese di gennaio 2020, che vedono protagonista la San Lazzaro Goppion Caffè:

Si inizia subito a Capodanno con la tradizionale salita a Pianezze, manifestazione arrivata ormai alla ventesima edizione. La partenza è fissata alle 9,30 dalla piazza di Bigolino. In caso di maltempo, ritrovo alle ore 11,00 a Pianezze. Al termine della salita, come sempre, sarà offerto un rinfresco beneaugurante a base di panettone, prosecco e bevande calde.

 Domenica 5 gennaio, ritrovo alle ore 9,00, a Treviso, in Piazza del Grano,  di fronte negozio cicli Pinarello, per l‘altrettanto tradizionale omaggio al monumento di Fausto Coppi a Calderba di Ponte di Piave, che coincide con il 60.mo anniversario della morte del campionissimo avvenuta il 2 gennaio 1960. Anche in questo caso, si potranno ascoltare i discorsi commemorativi delle autorità presenti, mangiando dei dolci e sorseggiando bevande calde. In caso di maltempo appuntamento alle 10,30 direttamente davanti al monumento.

Vi aspettiamo numerosi.

 

LUTTO

Nella giornata di ieri è mancato Alfredo Donato, papà del nostro socio Antonio. Il Presidente, il consiglio direttivo e tutti i soci della San Lazzaro Goppion Caffè, porgono ad Antonio e alla sua famiglia le più sincere condoglianze.

 

 

Dal 2020 la tessera sarà solo digitale

Dalla stagione 2020 la tessera federale cambia aspetto. L’ UCI, la federazione internazionale del ciclismo, ha infatti regolamentato un formato di tessera valido per tutte le federazioni associate.
La tessera conterrà i dati su entrambi i lati. In uno sono presenti tutti i dati necessari per la licenza internazionale, nell’altro tutti i dati previsti per l’attività nazionale. La stessa UCI ha poi approvato la possibilità di utilizzare la tessera anche in formato digitale. Niente più tessere plastificate ma solo in formato digitale, o al limite stampabili su carta da un documento in pdf.
I vantaggi:
> la tessera è disponibile subito, nello stesso momento in cui viene validata, perfettamente valida e pronta per essere utilizzata;
> la tessera è sempre a disposizione su ogni device: il telefono, il computer, il tablet o su qualsiasi supporto digitale utilizzabile;
> per questo motivo non può essere dimenticata né persa. Se proprio si vuole portarla nel portafoglio, si stampa la versione pdf. Può essere stampata tutte le volte che si vuole.
Inoltre, è stato creato FCI MEMBERS, una apposita web application che
CLIICCA qui per la visione
permetterà di gestire la tessera, i dati e numerose altre funzioni.
Collegati a members.federciclismo.it tramite un link che troverai sul sito federale, nella mail di validazione della tessera e in tutte le comunicazioni FCI che riguardano la tua tessera.
Installa l’icona di avvio nella home del tuo smartphone e accedi a MEMBERS. Verifica e modifica i tuoi dati; consulta il calendario gare; crea il tuo calendario personale; aggiungi le gare che ti interessano sul calendario di google o del tuo iphone; seleziona e leggi le news federali; consulta lo storico dei tesseramenti, delle gare e dei risultati.
MEMBERS è il tuo contatto diretto con la Federazione.
Per il  tesseramento alla ASD S.C. San Lazzaro Goppion Caffè, le procedure sono iniziate lo scorso  6 Dicembre presso la sede Sociale.
Per facilitare il compito, consigliamo i vecchi soci di rinnovare il tesseramento entro il 31 DICEMBRE 2019, presentando contestualmente alla domanda di tesseramento anche il certificato medico di idoneità rinnovato per l’anno 2020.

 

 

 

La San Lazzaro Goppion festeggia un 2019 da record

Ormai è diventata una tradizione ritrovarsi, a tirare le somme dell’annata sportiva appena conclusa, presso il ristorante “Vettorel” di Giavera del Montello. I Soci e tanti  simpatizzanti si sono dati appuntamento per la tradizionale festa sociale di chiusura, testimoniando così, ancora una volta, grande attaccamento alla società. Il presidente ha evidenziato i tratti salienti della stagione appena conclusa: 408.000 i km complessivamente percorsi dai soci, che rappresenta il record assoluto degli ultimi anni. E come ha sottolineato il nostro sponsor Mario Goppion, è come se avessimo fatto 10 volte il giro del mondo. In media ogni ciclista ha percorso 5.600 km.12 ciclisti hanno percorso più di 10.000 km. E sono 36 i soci che hanno percorso più di 5,000 km. Sono stati premiati i campioni sociali a pari-merito Attilio Caner, Luciano Pavan e Ruggero Marangon e anche questo è un altro record. Mai, nella storia della società, il primo posto era stato condiviso da tre ciclisti……. Anzi no, vengo corretto quasi in tempo reale dal nostro “terribile cavapunti” Sergio, custode rigoroso della storia e della verità della nostra società. Già nel 2005, ma anche nel 2003-1986-1980 c’erano stati dei campioni sociali “parimerito”.    Continuando con le grandi imprese non possiamo dimenticare il nostro Roberto Rinaldi che ha fatto Treviso-Assisi in solitaria raggiungendo dopo 380 km e 3 giorni di corsa, gli altri componenti della squadra che sono andati a conquistare il 13.mo posto al campionato italiano di cicloturismo. Francesco Pavan che per non smentirsi, ha conquistato per il quarto anno consecutivo il brevetto oro del Monte Grappa che, significa aver conquistato Cima Grappa salendo da tutte i versanti della montagna. Ma, chi ha fatto un’impresa veramente al di sopra di ogni immaginazione dei comuni mortali (eh già, come se andare ad Assisi in solitaria oppure salire per almeno 10 volte il Monte Grappa fosse quasi normale) è il nostro Marco Chin, che ha partecipato alla “Ultracycling Dolomiti”. 380 km percorsi in 26 ore senza soste con 10.000 metri di dislivello su 11 passi alpini e la cima Coppi sul passo Giau a 2.204 metri. Marco ci dice: “La partenza della gara, fissata alle 20,30 ha messo subito a dura prova le capacità di concentrazione. Quindi grande difficoltà, già alla partenza, per la corsa notturna in solitaria”, ma la fatica fisica e mentale, trova poi un premio nello spettacolo che la natura sa offrire e Marco ci racconta il meraviglioso sorgere del sole, salendo su uno degli 11 passi previsti…semplicemente indimenticabile. Ma poi, Marco ha dovuto dare il meglio di se, per affrontare le grandi cime e le repentine variazioni di clima con temperatura minima di 9 gradi e massima di 35 gradi. impresa veramente straordinaria che lo ha visto classificarsi al secondo posto della sua categoria e ottavo in classifica generale. Un giovane che, assieme ad altri quasi coetanei, fa ben sperare per il futuro della società. Altra impresa non esattamente alla portata di tutti è quella dei nostri soci che hanno fatto il raid del Gran Sasso, con 11.000 metri di dislivello in 5 giorni di corsa. Ma non è finita qui e non possiamo e non vogliamo dimenticare il nostro socio Adino Teano, per tutti noi “l’eroico”, che per la quinta volta consecutiva ha portato i colori della San Lazzaro Goppion a Gaiole in Chianti dove, ogni anno, migliaia di ciclisti provenienti da tutto il mondo, celebrano in ciclismo “vintage”. Una passerella, unica al mondo per il contesto in cui si svolge, dove vecchie signore a due ruote, tirate a lucido per l’occasione, fanno andare la memoria a gloriosi tempi passati.
Grande attenzione è stata dedicata dal presidente, “all’universo donna”, con premiazioni alle nostre socie cicliste e anche a varie donne presenti, tra cui ricordiamo Carla Pinarello e Soraya Paladin, punta di diamante, quest’ultima, del ciclismo professionistico femminile Trevigiano. Si è poi passati alla fase programmatica discutendo di tante idee da mettere in pratica il prossimo anno e tra queste la principale è il meeting nazionale giovanissimi che vedrà le speranze del ciclismo di domani, gareggiare per 3 giorni tra Conegliano e Valdobbiadene. Le colline del prosecco, patrimonio UNESCO, ospiteranno anche una manifestazione amatoriale denominata “Sulle terre della serenissima”. Per quanto riguarda la San Lazzaro Goppion, i progetti sono tanti, con l’obiettivo di divertirsi e scoprire nuovi territori. E tutto questo senza dimenticare la solidarietà. Il nostro sponsor Raffaello Neri, titolare della ditta Neri Marmi e Graniti ha infatti confermato l’intenzione di ripetere la bellissima iniziativa  del “1 maggio di solidarietà” per dare un aiuto a chi sta peggio di noi. Arrivederci al primo gennaio 2020 con la tradizionale salita a Pianezze, cui seguirà il 5 gennaio l’omaggio al monumento del ciclista di Calderba.

image_pdfimage_print