Category Archives: Vertigine

NOTTURNA NOTTURNA

In vista una settimana torrida? Vuoi pedalare lo stesso?

Cosa c’è di meglio di un Grappa in notturna?

Ecco la ricetta giusta:

  • raccattare una bella manciata di ciclisti nottambuli;
  • partire da località FRESCADA alle ore 23:00 di venerdì 26 luglio dopo alcune foto di rito;
  • pedalare fino a Pederobba per strade secondarie, con arrivo alle 00:30 circa;
  • avvicinarsi a Semonzo con la dovuta calma;
  • rabboccare le borracce al fontanone/lavajo;
  • accensione della lampada frontale e inizio della scalata dei 28 tornanti;
  • breve fermata di controllo alla piana di Campocroce;
  • arrivare in cima alle ore 4 circa;
  • ristorarsi con panini a base di soppressa crudista vegana (per le bevande adeguate da vedere se si racimola l’ammiraglia, altrimenti si va ad acqua);
  • fotografare all’alba delle 5:30 circa;
  • scendere per le malghe e poi per la capra in direzione Fietta;
  • rientrare con percorso da definire prima della “grigliata” sull’asfalto rovente.

Due consigli per chi non ha mai provato quest’esperienza:

  1. portarsi appresso abbigliamento autunnale/invernale per l’attesa dell’alba e per la discesa;
  2. oltre al faro da manubrio non guasta il faro da casco.

Come accennato quest’anno probabilmente non ci sarà il supporto di un’auto, quindi ce la vedremo da soli con la notte, con la luna del cinquantennio, col silenzio, con la pendenza, con il rumore della catena e dei copertoni, con i suoni della natura della montagna.

A venerdì. Ciao

Frank

N.B.

Chi viene mi dia conferma così mi faccio affettare la giusta quantità del prezioso suino.

339 6947002

Programma per i soci amanti della MTB e dello Sterrato (gravel) – Domenica 25 Novembre 2018

Roberto Rinaldi e Raffaello Neri invitano i soci amanti dello sterrato (MTB e Gravel)

 DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018

PROGRAMMA: Ritrovo alla centrale di SILEA ORE 9:15
PERCORSO: Dal ritrovo si percorre la restera fino a Musetre, si prosegue fino a Trepalade, poi in direzione Altino fino alla trattoria Antica Altino. Si prosegue sulla ciclabile che porta all’incrocio con la Claudia Augusta con rientro a Quarto d’Altino e da qui a Musestre. All’altezza della scuola cinofila “il cane e non il gatto” si prosegue per campi fino ad incrociare ancora la Claudia Augusta. A seguire fino a Sant’Elena e da qui a Silea.

Km. quelli che pedalerete. Tempo di percorrenza ve lo diranno alla fine.

 

SERGIO FUIN CAMPIONE SOCIALE 2018, SI RACCONTA.

Sergio Fuin

Sergio Fuin, classe 1953, ha vinto il Campionato Sociale 2018, con pieno merito davanti al pluricampione Attilio Caner.
Siamo seduti su una scomoda panca nell’ospitale oasi naturalistica di Lello Neri che da tempo ci ospita in occasione della chiusura della stagione ciclistica 2018 che ha incoronato Sergio campione sociale 2018.
Gli chiedo: “Come hai fatto ad essere così costantemente presente nel nostro impegnativo campionato, fin dal primo anno di appartenenza alla nostra Società?”
Mi risponde con sincerità: ”Sono entrato nella vostra Società ciclistica spinto dall’amico Mauro Artuso, ma non ho avuto difficoltà ad integrarmi perché siete un bel gruppo, affiatato e nel quale mi sono subito riconosciuto nei valori. Provengo dalla BIESSE di Mestre, ma loro sono agonisti accaniti e non riuscivo ad inserirmi, mi mancava il Vostro calore e affiatamento. Per quanto riguarda la conquista del campionato Sociale devo dire che inizialmente non ne sentivo l’importanza, poi ho scoperto che potevo farcela e riconoscevo il valore della conquista della maglia di campione sociale ed ho fatto di tutto per tener duro fino alla fine. Sono contento.”
Gli chiedo: “Come hai trovato il calendario sociale?”
Mi risponde “Molto ben fatto ed alla portata di tutti. La scelta di un percorso corto ed uno lungo consente a tutti di poter partecipare, anche se non ha l’allenamento adeguato. Veramente una scelta che condivido”.
Chiedo: “Alcuni si lamentano perché la velocità a volte supera i limiti tollerabili da chi non è dotato o non ha l’allenamento adeguato”
Sergio mi risponde: ”Io non ho mai perso le ruote, ma apprezzo chi nel gruppo, come il presidente e Leo richiamano gli “scalmanati” a rientrare nei ranghi. Non si deve lasciare mai un compagno da solo!”
“Cosa ne dici delle Gran fondo?”
“Ne ho fatta una solo, la Pinarello, ma da “portoghese”. Trovo che sia una corsa difficilmente gestibile. Con migliaia di persone ci vuole un’organizzazione militare. Meglio le cicloturistiche, meno numerose e più sicure”
“La nostra Mediofondo della Pedemontana, come l’hai trovata e come la cambieresti?”
Così com’è stata quest’anno credo abbia soddisfatto tutti quelli che hanno partecipato. Per cambiarla mi piacerebbe fosse una cicloturistica con meta il Cadore, in un solo giorno e ritorno in pulman. Credo che avremmo una partecipazione contenuta, ma meglio gestibile dalla partenza all’arrivo con pasta party finale e festa con la pro loco locale.”
Siamo interrotti da Adino che mi mostra le foto di Roma Imperiale, da Lello che mi chiede di promuovere un nuovo calendario con MTB e Gravel …
Insomma l’intervista si conclude con i complimenti da parte mia e dei molti altri soci e gli riconosco e gli auguro di rimanere con noi per molti altri anni!

Complimenti Sergio.

Sandro Vian

LA VITA NOTTURNA DI FRANCESCO & Co. CON LA COMPAGNIA DELLE NUTRIE

Frank & Co.

 

Con il solito gruppetto di quarantenni devastati dai molteplici impegni, raduno il
giovedì sera con mezzi di fortuna (MTB e Gravel), percorso dai 70 agli 80
km con prevalenza di sterrato (argini, capezzagne (?), stradoni, piste
ciclabili più o meno battute).
Ieri sera eravamo particolarmente allegri e veloci, complice il tempo
mite, e ci siamo diretti verso la laguna.Di certo, oltre alla consueta birra di rito, ci ricorderemo dell’uscita
per il dribbling da maestri che abbiamo dovuto fare per evitare gli
attraversamenti delle numerose nutrie (grandi come cani) nel tratto tra
Portegrandi e Caposile: a 30 all’ora non è così semplice.
Ciao
Frank

image_pdfimage_print